Come fare Email Marketing: 10 consigli pratici per non commettere più ERRORI. | Hi-net Web Agency Rimini

Come fare Email Marketing: 10 consigli pratici per non commettere più ERRORI.

Molti imprenditori ignorano l’importanza e l’utilità dello strumento dell’Email Marketing, evitando di usarlo nella loro strategia di marketing.

Altri invece lo usano, commettendo però qualche piccolo errore.

In questo articolo ti svelo 10 utili consigli da seguire, facili da mettere in pratica che ti permetteranno di non commettere più errori quando imposti una campagna DEM, ovvero DIrect Email Marketing.

 

COME FARE EMAIL MARKETING: 10 CONSIGLI PRATICI PER NON COMMETTERE PIU’ ERRORI.

 

1. L’importanza della grafica della Newsletter.

L’aspetto grafico non è sicuramente la cosa più importante, tuttavia ci sono molte persone che puntano molto a dare un aspetto accattivante alla loro newsletter.

Io ti consiglio di non perdere ore ed ore a cercare una grafica che garantisca l’effetto wow, piuttosto concentrati sulla qualità del contenuto.

Nel caso in cui tu non voglia assolutamente rinunciare alla grafica allora puoi seguire due strade:

 

2. Scegli il miglior strumento per l’invio.

Le Newsletter non devono essere inviate con Outlook, Thunderbird oppure con altri strumenti di posta elettronica tradizionale.

Devi infatti utilizzare uno strumento nato esclusivamente per fare Email Marketing, in particolare ti consiglio di scegliere uno che ti permetta di:

  • Avere delle statistiche sugli invii in modo da controllare quali e quanti utenti aprono le tue Newsletter e quanti di loro cliccano effettivamente sul link presente nel messaggio. In questo modo potrai capire quale messaggio ha funzionato maggiormente.
  • Gestire i bounce ovvero quei messaggi che tornano indietro, magari perché l’indirizzo non esiste più. Il tuo obiettivo è cercare di ridurre la percentuale di bounce in modo da non essere etichettato come Spam, per questo lo strumento che sceglierai dovrà essere in grado di eliminare automaticamente dalla lista tutti gli indirizzi non validi.
  • Impostare dei link che permettono agli utenti di iscriversi oppure di cancellarsi in maniera autonoma dalla lista.

 

3. Strumento per il controllo della tua mailing list.

Al fine di ridurre, come ti dicevo prima, i bounce utilizza sempre uno strumento che PRIMA di ogni invio controlli la validità degli indirizzi presenti nella tua lista mail.

Io ti consiglio di usare questo http://www.atompark.com/bulk-email-verifier/ dove puoi caricare la lista in Excel.

4. Cerca di avere sempre una lista email autorizzata.

Devi fare in modo di avere una lista costituita da indirizzi mail di utenti interessati al tuo prodotto o servizio e che abbiano dato il consenso a ricevere le tue comunicazioni.

Nel caso in cui tu non abbia una mailing list molto corposa potresti:

  • Raccogliere gli indirizzi mail di clienti e di potenziali clienti di cui disponi, anche se questo potrebbe richiedere del tempo ma se ci pensi sono utenti che sono già in contatto con te e che sono interessati a quello che fai;
  • Inizia a raccogliere gli indirizzi in modo sistematico, chiedendola ad esempio ai visitatori del tuo stand quando partecipi ad una fiera di settore oppure inserisci nel tuo sito un form da compilare per iscriversi alla tua Newsletter.

 

5. SMTP dedicato.

Questo punto è un pochino tecnico ma molto importante.

L’SMTP è l’acronimo di Simple Mail Transfer Protocol ed è il protocollo che si dovrebbe seguire quando si inviano le mail.

Nel momento in cui inizi ad inviare newsletter devi assolutamente utilizzare questo strumento se non vuoi ricadere nella famosa “black list”. Non puoi utilizzare quello che usi per la tua posta elettronica normale in quanto rischieresti di comprometterne il corretto funzionamento.

 

6. La scelta del mittente.

La prima cosa che devi evitare è utilizzare mittenti come:

  •  newsletter@pippo.it
  • news@pippo.it
  • promozioni@pippo.it
  • Qualunque altro tipo di mittente faccia capire in maniera lampante al destinatario che si tratta di una newsletter.

Se ci pensi il mittente e l’oggetto della mail sono le prime informazioni che il destinatario legge e che gli permettono di capire di cosa parla la newsletter: un errore potrebbe far finire tutte le tue mail nel cestino.

 

7. La scelta dell’oggetto.

La scelta dell’oggetto è importantissima come ti dicevo prima, per questo motivo ti consiglio di scegliere un oggetto che sia interessante ed allo stesso tempo originale in modo da catturare l’attenzione del mittente.

Io ti consiglio di inserire nell’oggetto il beneficio che l’utente avrebbe aprendo la mail senza superare mai i 40 caratteri: con un oggetto troppo lungo rischi di essere “tagliato” dal client di posta.

Tieni conto anche del fatto che molte persone leggono la loro posta dallo smartphone ed in questo caso il numero di caratteri che leggono è addirittura minore.

8. Il Contenuto.

Evita di inviare Newsletter il cui contenuto invita unicamente il cliente ad acquistare qualcosa, dal momento che le persone sono bombardate da questo genere di offerte ogni giorno dalla tv e dalla radio.

Realizza invece contenuti che siano utili, instaurando con il destinatario un rapporto duraturo dal momento che lui inizierà a leggere quello che scrivi con molto piacere.

Suggerisci soluzioni ad eventuali problemi, senza cercare di vendergli nulla: questo è il solo modo che hai per avere successo nella tua campagna DEM e per fare in modo che destinatario inizi a considerarti come un esperto del settore e come un qualcuno a cui rivolgersi nel momento del bisogno.

Nel caso in cui tu non abbia contenuti utili da proporre, allora la Newsletter non è lo strumento adatto a te.

 

9. Crea newsletter Mobile-Friendly.

Dal momento che molte persone oggi leggono la posta sullo smartphone, ti consiglio di creare newsletter mobile-friendly ovvero ottimizzate per essere visualizzate correttamente anche sugli smartphone.

Prima di inviare le Newsletter fai sempre dei test.

 

10. Definisci la frequenza ed i giorni migliori per l’invio.

Se scegli di iniziare una campagna di Email Marketing devi portare avanti questo impegno e scegliere la frequenza con cui inviare le tue Newsletter.

Mandare una mail una volta al mese è troppo poco, devi cercare di essere più costante: l’ideale sarebbe inviare una mail una volta a settimana, ma se per te è troppo impegnativo allora anche una scadenza quindicinale va bene.

Per quanto riguarda invece la scelta del giorno migliore per l’invio, ti consiglio di spedire le tue mail il Martedì, il Mercoledì oppure il Giovedì.

Ti consiglio comunque di controllare sempre le statistiche del tuo sito in modo da capire quali sono i giorni in cui il traffico è stato maggiore.


Prima di lasciarti voglio darti un ultimo consiglio: se vuoi davvero imparare a fare Email Marketing cerca di capire quali sono i macro errori che commetti in modo da evitarli e scrivi una Newsletter che sia davvero efficace per i tuoi lettori!



Stai pensando all’email marketing per la tua azienda ma non sai da dove cominciare?

[Chiedici la tua Strategia di Email Marketing di Successo!]

L’email marketing è ancora uno degli strumenti più POTENTI e a basso costo che il Web Marketing può metterti a disposizione. Ma diventa efficace SOLO se usato nel modo giusto, con i giusti strumenti e la giusta strategia. Se vuoi ottenere RISULTATI, CONTATTACI ADESSO.


Vuoi continuare a ricevere

CONSIGLI UTILI

dai nostri esperti?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER